IL CARNEVALE A VIMODRONE CON LA PARTECIPAZIONE DEI “SONAGGIAOS E S’URTZU” DI ORTUERI – 13 Febbraio 2016

Carnevale 13 febbraio 2016-sito

Sardegna grande protagonista in occasione del Carnevale Vimodronese 2016 organizzato dal comune di Vimodrone in collaborazione con il Circolo dei sardi “La Quercia” e altre associazioni locali. I Sonaggiaos e S’Urtzu di Ortueri, arrivati appositamente dalla Sardegna su invito del Circolo dei Sardi, hanno sfilato per le vie della cittadina rallegrando e divertendo i numerosi partecipanti alla manifestazione. Il “suono” dei campanacci magistralmente portati a spalla dai Sonaggiaos, attirano per tutto il pomeriggio l’attenzione dei cittadini, i quali accompagnano entusiasti le maschere Sarde senza lesinare applausi. Ammirazione, incredulità e sorpresa soprattutto quando assistono alle performance e le evoluzioni acrobatiche de S’Urtzu. La rapidità con la quale si arrampica sui tetti e sugli alberi lascia sconcertati e disorientati non solo i “continentali” ma anche i numerosi emigrati sardi arrivati da altri comuni lombardi per assistere a questo evento. Posto su un carretto a “trazione/spinta” a mano, allestito per l’occasione, ha sfilato per tutto il percorso il classico “Carrazzolu” (Botticella) rigorosamente riempito con vino sardo, offerto gratuitamente a tutti quelli che ne hanno fatta richiesta. Riconoscimento e gratitudine hanno ripagato il lavoro e la fatica svolto oltre che alle maschere di Ortueri, al Presidente del Circolo Sardo di Vimodrone, Carlo Casula, ai componenti il direttivo e gli amici che hanno dato l’anima per portare a termine l’impegno preso nei confronti dell’Amministrazione Comunale. In particolare e molto apprezzati i ringraziamenti del Sindaco Brescianini, che ha voluto sottolineare come l’associazione dei Sardi di Vimodrone, continua nel suo percorso di promuovere la cultura Sarda, organizzando manifestazioni di alto livello storico e culturale, come quella organizzata prima di Natale, e che ha visto protagonisti i Tenores di Neoneli accompagnati dal duo Mascia. La serata è proseguita nella sede dell’associazione, dove sono confluiti tantissimi soci e amici ai quali sono state offerte le tradizionali frittelle tipiche della Sardegna preparate dalle solite splendide e instancabili donne del Circolo. Sempre presso la sede del Circolo, il giorno successivo, sono stati graditi ospiti a pranzo in compagnia dei Sonaggiaos e s’Urtzu de Ortueri, i Bertas. Reduci dal concerto tenutosi la sera precedente a Pavia e organizzato dal circolo culturale Sardo “Logudoro”, i componenti del famoso gruppo hanno avuto modo di conoscere “le maschere” di Ortuei, con i quali ne è scaturita una sincera amicizia e un arricchimento  culturale che contribuirà sicuramente e in collaborazione con i Circoli Sardi, a far si che la Sardegna continui a essere degnamente rappresentata al di fuori dell’isola.